Comunicato Stampa

La zampogna come strumento che unisce territori, generi e generazioni è stata protagonista di un significativo evento.

9Moscufo
9Moscufo

8Moscufo
8Moscufo

7Moscufo
7Moscufo

6Moscufo
6Moscufo

5Moscufo
5Moscufo

4Moscufo
4Moscufo

3Moscufo
3Moscufo

2Moscufo
2Moscufo

10Moscufo
10Moscufo

1Moscufo
1Moscufo

È accaduto domenica 30 novembre 2014 a Moscufo (PE) dove, nell’ambito della locale manifestazione “Melodie d’Autunno”, le Associazioni Culturali “Circolo della Zampogna” di Scapoli e “Zampogne d’Abruzzo” di Chieti hanno siglato un “patto di amicizia e gemellaggio” fondato sul motto “la zampogna che unisce” e finalizzato alla salvaguardia del comune patrimonio culturale legato all’antico e sempre attuale strumento musicale.

La formalizzazione del sodalizio è avvenuta con la sottoscrizione del “patto” da parte dei Presidenti delle due Associazioni – Antonietta Caccia e Ciriaco Panaccio – alla presenza del Sindaco di Moscufo, Dr. Alberigo Ambrosini, nella piazza principale del paese, davanti a un pubblico entusiasta composto da numerosi cultori di zampogne e ciaramelle, da cittadini e visitatori.

In sintesi, con il gemellaggio si prevedono: lo scambio di studi e di esperienze, l’organizzazione di eventi, l’assunzione di iniziative comuni, nei confronti di istituzioni culturali nazionali e internazionali, dirette ad ampliare la conoscenza della zampogna e la sua trasmissione alle giovani generazioni anche attraverso azioni coordinate con altre aree territoriali dell’Italia centromeridionale in cui la pratica di tale strumento è tuttora presente.

Il suggello musicale del gemellaggio si è estrinsecato in un emozionante concerto, tenutosi nel tardo pomeriggio nella chiesa di San Cristoforo, nel quale si sono esibiti zampognari abruzzesi e molisani che hanno offerto un’ampia panoramica della diversità generazionale dei praticanti la zampogna e dei modi di interpretarla oggi. Non solo dal punto di vista del repertorio ma anche della rappresentanza di genere che, in un contesto tradizionalmente maschile, fa registrare una piccola ma qualificata presenza di giovani e giovanissime “zampognare”.

Gli zampognari molisani sono stati rappresentati dal trio costituito da Guido Iannetta, Dino Ricci e Pasquale Franciosa e dai componenti del gruppo “Patrios” Christian Di Fiore e Antonello Iannotta.

Le loro performances, al pari di quelle dei colleghi di “Zampogne d’Abruzzo”, sono state seguite da un attento pubblico che gremiva la chiesa e lo spazio antistante e che ha sottolineato ciascuna esibizione con ripetuti e scroscianti applausi.

Nell’evidenziare come la giornata del 30 novembre 2014 rappresenti un importante passo in avanti nell’opera di promozione della zampogna nel segno dell’amicizia e del rispetto reciproco tra le diverse realtà che la esprimono, meritano di essere sottolineate la sensibilità e la disponibilità dell’Amministrazione comunale di Moscufo alla quale vanno il nostro ringraziamento e il plauso anche sotto il profilo del coinvolgimento e della collaborazione sinergica che ha saputo instaurare fra tutti i soggetti interessati.

Scapoli, 3 dicembre 2014

il Presidente
Antonietta Caccia

pdfIconsmall

This entry was posted in Circolo. Bookmark the permalink.